Un brunch per dare il benvenuto al 2019

Un brunch per dare il benvenuto al 2019

Sarà una mattinata speciale quella dell’1 gennaio 2019. Dopo i festeggiamenti, ecco il brunch firmato Grand Hotel Majestic “già Baglioni” . Non una colazione – sarebbe troppo presto – e neppure un pranzo, ma un appuntamento gustoso e invitante a partire dalle ore 12.00.

Location magica I Carracci, tre forchette Michelin. Un ristorante con vista: i clienti si ritrovano “a tu per tu” con gli affreschi dei fratelli Carracci, restaurati dal Gruppo Duetorrihotels, che adornano la sala. E grazie allo chef Cristian Mometti si esplorano sinfonie di profumi e sapori.

Il brunch dell’1 gennaio è la migliore prosecuzione del Capodanno: un buffet ricco di prelibatezze capaci di accontentare qualsiasi palato. Tra queste, il carrello del gran bollito, piatto invernale e tradizionale per definizione, al quale, al Majestic, è riservato un posto d’onore: anche durante le Feste sarà servito ogni sera, dal giovedì alla domenica, e anche durante il pranzo della domenica.

La prima mattina dell’anno inizia con una sferzata di energia, per riprendere le forze dopo i festeggiamenti della sera prima: spazio a vitamine e benessere, con una selezione di centrifugati freschi e spremute. Vale decisamente la pena di soffermarsi sui classici della colazione, come le uova alla Benedict, l’omelette al formaggio, blinis con salmone affumicato e panna acida, i waffle con frutta di stagione e panna montata, i muffin assortiti, i croissant. Importante il vassoio dei salumi e insaccati, culatello di Zibello dop, mortadella, coppa, pancetta arrotolata, salame gentile e strolghino, che ben si sposa con quello dei formaggi. E così, a fianco del Parmigiano reggiano con quattro stagionature, del pecorino di fossa di Sogliano Dop e del gorgonzola dolce Dop, troviamo burratine, ricottine di bufala e caprino fresco “ubriaco” in Caldera.

A fianco del pane, appena sfornati, una cascata di tigelle, crescentine e croccanti salati, oltre alla focaccia, per comporre deliziose imbottiture a base di crudo e squacquerone, verdure al forno e pesto di Taggia. Non mancano piccoli sandwiches, hamburger, quiche lorraine e mini croissant farciti, anche se il ruolo di protagonisti spetta ai primi.

I piatti principali rispecchiano la tradizione più pura e autentica: pasta e fagioli, tortellini in doppio brodo di cappone, orzotto al radicchio di Treviso e salamella, il gran bollito, seppie in umido con polentina, cotolette di pollo alle erbe aromatiche, e naturalmente delle lenticchie benaugurali, con purea di patate e verdure alla griglia. Il reparto dolci non può prescindere da pandoro e panettone con salse, tenerina, cheese cake ai frutti rossi, torta di pere e cannella, strudel di mele e una serie di piccoli dessert al cucchiaio.

Grand Hotel Majestic “già Baglioni”

Via dell’Indipendenza 8, Bologna

Tel. +39 051 225445

Author

Valeria Scotti

Valeria Scotti

Giornalista, dal 2006 ho collaborato con i principali network di informazione in Italia. Mi occupo inoltre di revisione di testi ed organizzazione di eventi. Negli ultimi anni ho approfondito la comunicazione legata al settore Food.

Related