Starbucks aprirà anche a Bologna: cosa sappiamo fino ad oggi

Starbucks aprirà anche a Bologna: cosa sappiamo fino ad oggi

Starbucks potrebbe presto accogliere bolognesi e turisti in via D’Azeglio a Bologna, precisamente nello storico negozio di abbigliamento Donati che, a fine mese, abbasserà per sempre le serrande. Una indiscrezione, raccolta da La Repubblica, che potrebbe diventare realtà: il negozio in questione si estende infatti su più di 1.000 metri quadri, distribuiti su diversi piani.

In ogni caso, il colosso americano ha scelto mesi fa Milano per il suo debutto italiano. Prima la Reserve Roastery inaugurata in Piazza Cordusio a settembre 2018, poi il suo format tradizionale in Corso Garibaldi dove provare tutte le tipologie di caffè tipiche di Starbucks Core oltre a prodotti pensati esclusivamente per i clienti italiani.

Ma nei piani dell’azienda il progetto è molto più ampio: nuovi punti vendita nelle maggiori città italiane. A confermarlo, Roberto Masi, managing director di Starbucks Coffe Italy, a Il Sole 24 Ore.

Dobbiamo capire la risposta del mercato, ma se tutto andrà bene il piano di sviluppo prevede circa 10-15 aperture l’anno e un focus, oltre che sui centri città, anche sui luoghi di viaggio, come aeroporti e stazioni, e centri commerciali.

I nomi, allora:

Ci concentreremo sulle medie città del Centro e Nord Italia come Firenze, Bologna, Venezia, Padova, Verona e Torino.

Guai, però, ad avere fretta.

È un programma a medio termine, su cinque anni. Se saremo bravi e veloci nel trovare il giusto mix commerciale, capace di unire un grande brand internazionale con un’offerta adeguata alle abitudini e i gusti degli italiani, allora il programma potrebbe anche accelerare.

*Articolo aggiornato il 12 giugno 2019

Author

Valeria Scotti

Valeria Scotti

Giornalista, Web Content Editor. Dal 2006 ad oggi ho collaborato con i principali network di informazione in Italia. Negli ultimi anni ho approfondito la comunicazione legata al settore Food & Beverage.

Related