Riapre Luna Farm, il luna park di FICO Eataly World: tutte le novità

Riapre Luna Farm, il luna park di FICO Eataly World: tutte le novità

Si riaprono le porte di Luna Farm, il luna park a tema contadino a FICO Eataly World.

Con una nuova e interessante formula di accesso al parco: senza biglietto di ingresso. Proprio così.
Dal 3 luglio sarà possibile entrare e acquistare singole corse in giostra oppure anche solo godersi l’ambiente e un po’ di popcorn.

“Non vediamo l’ora di accogliere nuovamente bambini e famiglie”, ha sottolineato Andrea Caldonazzi, CEO Luna Farm, poche ore fa in conferenza stampa.

Durante questi mesi di sospensione abbiamo lavorato cercando modi alternativi per essere in contatto con loro. Ci siamo confrontati con mamme e istituzioni mettendoci a disposizione e in ascolto, pronti anche a ripensare l’esperienza del parco per adattarlo alle circostanze eccezionali che stiamo vivendo…. Ci auguriamo di offrire prima di tutti ai bambini e alle famiglie bolognesi la possibilità di tornare a divertirsi senza pensieri. Fino alla fine di luglio si potrà girare su tutte le giostre di Luna Farm, a piacimento, con soli 5 euro. Siamo il parco divertimenti con il prezzo più basso d’Italia? Di sicuro abbiamo fatto tutto il possibile per tenere conto delle mutate condizioni economiche di molte famiglie.

Sicurezza massima: contingentato il numero di presenze contemporanee nel parco e sulle attrazioni, sanificazioni periodiche e. quotidianamente, ripetute pulizie e disinfezione con particolare attenzione alle superfici di contatto comune.

Come ha spiegato Stefano Onori, General manager Luna Farm:

Già nelle prime settimane di lockdown, con il supporto del Gruppo Zamperla, abbiamo iniziato a ragionare su come il distanziamento sociale avrebbe influito sull’esperienza del parco e delle giostre. Così, appena pubblicati i protocolli regionali previsti per la riapertura dei parchi divertimento, li abbiamo applicati alla lettera trovando – ci auguriamo – soluzioni operative che non intaccano la spensieratezza e il divertimento. Agli ospiti consigliamo di acquistare i biglietti online prima di venire al Parco e, se hanno più di 6 anni, portare con sé e indossare sempre la mascherina. Per tutte le altre regole e per aiutarli a rispettarle senza difficoltà abbiamo previsto un sistema di segnaletica orizzontale e verticale che li accompagnerà in piena sicurezza nella loro esperienza.

FICO resta il luogo ideale per i bambini e per le loro famiglie ove poter fruire di esperienze attive per imparare divertendosi in totale sicurezza negli ampi spazi interni ed esterni a diretto contatto con la natura, con le coltivazioni, i frutteti e con gli animali delle stalle.

A ricordarlo, anche Tiziana Primori, AD di FICO Eataly World.

È una location che offre l’opportunità di entrare in contatto con la conoscenza delle principali filiere agroalimentari italiane e l’arte della trasformazione della materia prima in prodotto finito.

Un’attenzione al territorio che FICO Eataly World ha espresso anche attraverso alcune iniziative per ringraziare chi, in questi mesi, si è speso senza riserve per la salute di tutti. E Luna Farm alla sua riapertura coglie occasione per unirsi con forza a questo ringraziamento. Fino alla fine di luglio il personale del Servizio Sanitario dell’Emilia Romagna (amministrativo, professionale, sanitario o tecnico), potrà andare a Luna Farm, quante volte desidera, per divertirsi con la propria famiglia godendo di giri illimitati gratuiti per una coppia bambino e adulto. Per loro è inoltre previsto anche uno sconto del 10% sulle feste prenotate.

Soffisfatto il Direttore Generale CAAB Alessandro Bonfiglioli, Segretario Generale di Fondazione FICO.

Il parco torna alla sua completa attività, l’auspicio è che nel corso dei prossimi mesi possa essere visitato da molti bambini che hanno purtroppo sofferto il lockdown della primavera 2020, e che i giovani abbiano nuovamente la possibilità di divertirsi, e al tempo stesso di imparare all’interno di FICO a Bologna.

COME FUNZIONA LUNA FARM

La formula senza biglietto di ingresso prevede la possibilità di acquistare singole corse in giostra a partire da 3 euro, oppure anche solo godersi qualche minuto nell’ambiente da favola del parco o uno spuntino. Previsti inoltre i braccialetti corse illimitate in promozione a 5 euro fino alla fine di luglio.
E chi non sale in giostra? Con l’accesso libero, genitori o nonni che preferiscono restare con i piedi per terra o fratellini troppo piccoli possono ora godere l’atmosfera spensierata di Luna Farm senza biglietto di ingresso.
Le attrazioni sono adatte a bambini da 90 cm in su (Toroscontro da 100 cm; Fuga dal mulino, Cocò Dance e Labirintolo da 105 cm; VR Box da 120 cm) e fino a 105 cm (o 120 cm per alcune), per ragioni di sicurezza, è obbligatorio un accompagnatore adulto.
Il parco è aperto tutto l’anno e non solo il weeekend: il giovedì dalle 14 alle 19, il venerdì dalle 14 alle 20, sabato dalle 11 alle 21 e domenica dalle 11 alle 20.

COSA C’È A LUNA FARM

Sono ben 15 le giostre a tema che portano la firma del gruppo Zamperla. All’ombra dei fichi e degli alberi da frutto di Luna Farm, ci si può lasciare cullare dal Riciclondolo. La ruota del mulino monta buffi carrettini che l’hanno trasformata in una ruota panoramica. E nel bel mezzo dell’aia un inedito assoluto, realizzato per questo mondo a misura di bambino: Formula Farm, ovvero un ottovolante progettato per essere “la prima montagna russa di ogni bambino”.
Tutti possono esprimere la propria creatività disegnando sui muri grazie a uno speciale painting wall interattivo, oppure sfidarsi all’ultima piuma con i classici giochi da luna park.
Ma il fiore all’occhiello è il Toroscontro: un autoscontro di ultima generazione che non solo coinvolgerà gli ospiti con sfide basate su proiezioni interattive sulla pista, ma prevede anche una vettura adattata per persone con esigenze speciali di accessibilità.
Anche gli abitanti del vicino paese, contagiati dal clima bizzarro della fattoria, hanno allestito una Sagra dell’Arcade permanente nella piazzetta vicino al mercato, pensata anche per giovani e adulti. Nell’area del borgo, antistante l’ingresso del Parco, gli appassionati di arcade potranno infatti sfidarsi su videogiochi di ultima generazione o vivere un’avventura multidimensionale nel Cinema 4D.

UN PARCO INCLUSIVO

Da oltre un decennio, il gruppo Zamperla sostiene progetti di ricerca e sviluppo in ambito ingegneristico, tecnologico e medico-scientifico per dare risposte di inclusione e fruibilità a persone con esigenze particolari di accessibilità.
Luna Farm rappresenta un’applicazione concreta dei migliori risultati ottenuti in questo ambito, e insieme un nuovo sfidante orizzonte: oltre a ospitare 7 giostre con accessibilità agevolata, Luna Farm punta a diventare un ambiente sempre più inclusivo.
Un percorso in continua evoluzione, con il contributo di Gianni Chiari (coordinatore del progetto “Una giostra per tutti”) e della cooperativa Accaparlante (centro bolognese di ricerca e documentazione sulla disabilità), e che ha previsto anche una sessione di formazione ad hoc per lo staff del Parco.

Author

Valeria Scotti

Valeria Scotti

Giornalista, dal 2006 collaboro con i principali network di informazione in Italia. Negli ultimi anni ho approfondito la comunicazione legata al settore Food.

Related