Natale e Capodanno: è festa da FICO, il primo Food Park a livello mondiale

Natale e Capodanno: è festa da FICO, il primo Food Park a livello mondiale

Crescono di mese in mese i visitatori di FICO (+21% al mese in media tra luglio e novembre), il parco del cibo italiano a Bologna che ha riaperto quest’estate (qui la nostra esperienza): è stata superata in questi giorni la soglia dei 23.000 abbonati, aumenta la permanenza media nel parco (da 1,5 a 5 ore), raddoppia la spesa media per visitatore che passa dai 15 Euro del 2020 a oltre 33 Euro a persona nel 2021, mentre le vendite online rappresentano il 50%.

Visitatori al centro dell’esperienza, con grande attenzione ai bambini e alle famiglie. Ben 30 attrazioni tra padiglioni multimediali, giostre, scivoli e pannelli interattivi, 7 aree a tema dedicate a salumi e formaggi, pasta, gioco e divertimento, vino, olio e dolci, 13 Fabbriche con proiezioni e show multimediali, una Fattoria degli animali all’ingresso, Tour gratuiti per chi vuole gustare fino in fondo le bellezze del parco, oltre alle esperienze olfattive e padiglioni scientifici nelle giostre multimediali dedicate a terra, fuoco, mare, animali e bottiglia. E ancora, 13 ristoranti tematici (a base pasta, carne, pizza, pesce, salumi, mortadella, formaggi, patate, tartufo), 13 street food che esplorano il meglio delle specialità regionali italiane, dal Prosciutto San Daniele agli arrosticini Abruzzesi, dalla piadina Romagnola all’alta pasticceria Siciliana, passando per i confetti di Sulmona e la birra artigianale.

“FICO è il primo Food Park a livello mondiale, che fa vivere l’esperienza del cibo dalle origini al piatto in tavola”, ha spiegato Stefano Cigarini, nuovo Amministratore Delegato di FICO Eataly World “stimolando tutti i 5 sensi e coniugando passione per i sapori e divertimento, insomma regalando una giornata speciale a chi ama gustare il buon cibo ed i piaceri della vita. Quest’estate Fico è stato nominato da Musement, in base alle recensioni Google, Attrazione #1 dell’Emilia Romagna a fianco di hit mondiali quali Fontana di Trevi per il Lazio, il Duomo di Milano per la Lombardia o Pompei per la Campania”.

Confermati i punti cardine del progetto originale di FICO: 60 operatori della filiera agroalimentare presenti nel parco, inclusi i grandi Consorzi come Parmigiano Reggiano, Grana Padano DOP, Consorzio del Prosciutto di San Daniele, Consorzio Mortadella Bologna IGP, Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena e Consorzio Carne Razza Maremmana Bio, le grandi aziende come Granarolo o i piccoli produttori locali di eccellenza. La sostenibilità del parco si attua nel progetto Metro-0, il cibo prodotto al suo interno viene distribuito e servito da tutti i ristoranti e gli operatori presenti, nei 55.000 mq di impianto fotovoltaico (uno dei più grandi d’Europa) che garantiscono oltre il 30% dell’energia utilizzata, il teleriscaldamento utilizza l’inceneritore di Bologna e legno, materiali green e riciclabili abbondano nel parco.

Lo shopping enogastronomico di qualità è garantito da 2.000 mq di market gestito da Eataly, uno dei due soci di FICO Eataly World, insieme a Coop Alleanza 3.0, mentre ha ripreso la normale operatività il Centro Congressi, già sede di oltre 100 eventi dalla riapertura.

NATALE
Il 18 e 19 dicembre, FICO ospiterà i Mercatini artigianali di Natale, in collaborazione con l’Associazione Creartisti: una tradizione secolare che offrirà al pubblico del parco la possibilità di ammirare le creazioni originali di decine di artigiani e dedicarsi agli acquisti di regali e decorazioni speciali. In collaborazione con la pasticceria siciliana della Famiglia Palazzolo, esistente dal 1920, tutti i fine settimana in Arena ci sarà il Quiz sui dolci di Natale con degustazioni e premi. E ancora, le attività di “Benvenuti al Polo Nord”, un fantastico viaggio tra l’ufficio postale, la fabbrica dei giocattoli e la casa di Babbo Natale, oltre alla possibilità di personalizzare con disegni fatti a mano dai bimbi stessi o tramite grafiche al computer i tubetti di bolle di sapone per fare un regalo di Natale assolutamente originale.

CAPODANNO
Il 31 dicembre, FICO si trasformerà nel più grande ristorante d’Italia per celebrare il Capodanno: più di 80.000 metri quadri di superficie coperta saranno infatti a disposizione di coloro che attenderanno l’arrivo del nuovo anno. Ampi spazi costantemente ventilati, controlli all’ingresso e all’interno dei 15 ristoranti del Parco permetteranno alle oltre 1000 persone che hanno già prenotato il ristorante dove trascorrere il cenone del 31 dicembre con famiglia, partner e amici di stare insieme in serenità e in sicurezza, nel rispetto del distanziamento sociale e delle altre misure precauzionali indicate dalle istituzioni per le festività. Ben 15 menù da tutta Italia, musica e spettacoli da godersi in sicurezza. L’offerta enogastronomica di FICO è vastissima e rivolta a tutti: dalle specialità bolognesi alle pregiate carni maremmane, da piatti gourmet con pesce e crostacei alle degustazioni di salumi e formaggi del territorio da gustare con etichette di vino provenienti da tutta la penisola e da birre artigianali made in Italy. Prevista anche una formula “light” con cena street food accompagnata da cocktail. La serata sarà animata da diversi show musicali (a tema rock e sulle note della musica anni 70/80, jukebox e latino-americana) esibizioni e spettacoli live da parte di artisti e ballerini a cui tutti potranno assistere dal proprio tavolo o accomodati in salotti appositamente allestiti all’interno dal Parco. Intrattenimento anche per i più piccoli: a partire dalle 19:00 e fino alle 21:30, alle 30 attrazioni del parco tematico di Bologna si aggiungeranno infatti le iniziative dell’Arena dei Bambini con animazione e tante attività pensate appositamente per loro. Nel biglietto di ingresso a FICO è incluso un servizio navetta dal centro di Bologna (dalla stazione centrale e da Via dei Mille) con corse ogni ora dalle 18:00 alle 22:00 per l’andata e dall’1:00 alle 2:00 per il ritorno dal parco. In caso di mancata apertura del Parco il giorno del 31 dicembre, è garantito il rimborso dei biglietti già acquistati o la conversione degli stessi in voucher per visite future.

NEL 2022
Nel nuovo anno debutteranno gli appuntamenti fissi del parco come l’Aperifico del Giovedì sera, il FICO Baila, serata danzante del sabato, o il FICNIC, delizioso picnic sotto la vigna interna, per godersi nei weekend l’esperienza a piedi nudi incuranti del meteo e delle condizioni esterne.

BIGLIETTI
L’accesso al parco prevede un biglietto di ingresso a 8 euro (10 euro per FICO + Luna Farm), il biglietto serale dalle 18:00 a 5 euro. Per chi vuole gustare al meglio l’offerta gastronomica, i biglietti speciali a 19 Euro includono Ingresso + Tour guidato con 4 degustazioni o Ingresso + un Corso a scelta tra Pasta, Pizza, Gelato, Vino e Mortadella. L’abbonamento annuale da 29 Euro offre ingressi illimitati e il 10% di sconto su tutti gli acquisti e ristoranti convenzionati. Il parco è aperto dal giovedì alla domenica, dalle 11:00 alle 22:00, il sabato fino alle 24:00.

FICO Eataly World

Via Paolo Canali 8, Bologna

Author

Valeria Scotti

Valeria Scotti

Giornalista, dal 2006 mi occupo di contenuti digitali. Ho collaborato con i principali network di informazione in Italia. Allieva di Fondazione Bottega Finzioni e della Chora Academy. Amo tutto ciò che riguarda l'illusionismo e la prestigiazione.

Related