“Women. Un mondo in cambiamento”, in mostra le donne di tutto il mondo

“Women. Un mondo in cambiamento”, in mostra le donne di tutto il mondo

Uno straordinario successo nelle settimane immediatamente precedenti il lockdown.

E se la ripresa post Covid-19 non è facile in nessun ambito, ecco cambiare gli scenari, ma non il contenuto delle mostre di successo.
Come
“Women. Un mondo in cambiamento”,  realizzata in collaborazione con il National Geographic Society in collaborazione con Genus Bononiae nel complesso museale di Santa Maria della Vita di Bologna e prorogata fino al 13 settembre 2020.

Vale sempre la pena di scoprire la storia delle donne nel mondo, sopratttutto quelle raccontate attraverso l’obiettivo dei più grandi reporter del National Geographic che, negli oltre 130 anni della sua attività, ha costantemente riservato un posto di rilievo alle donne.

Uno sguardo critico, questo, sulla situazione mondiale delle donne celebrandone la forza e denunciando al tempo stesso le disuguaglianze culturali.

Alo stesso modo, vale la pena cercare ispirazione, commuoversi e ragionare su quelle figure che, grazie a intelligenza e competenza, hanno scritto il presente e, dirette verse il futuro, sono pronte a lasciare un segno.

Sei le sezioni della mostra fotografica – Beauty/Bellezza, Joy/Gioia, Love/Amore, Wisdom/Saggezza, Strenght/Forza, Hope/Speranza – con le immagini che raccontano le sfide di ieri, oggi e domani in diversi paesi ed epoche.Ogni immagine ritrae alcuni aspetti dell’esistenza femminile e mostra al pubblico come la figura della donna e la sua rappresentazione si è evoluta nel tempo. Ballerine di samba che si riversano nelle strade durante il carnevale di Salvador da Bahia, raccoglitrici di foglie di the in Sri Lanka, una donna afghana in burqa integrale rosso che trasporta sulla testa una gabbia di cardellini.

A 100 anni dalla concessione del diritto di voto alle donne negli Stati Uniti, la mostra riflette sul passato, presente e futuro delle donne illustrandone alcuni aspetti e incentrandosi sugli obiettivi di sviluppo che le vedono al centro di ogni processo di crescita sociale, politica, economica.

Una sezione di mostra è poi dedicata a Portraits/Ritratti, scatti intimi e biografie di un gruppo di donne iconico, attiviste politiche, scienziate e celebrità intervistate dal National Geographic per un numero speciale della rivista pubblicato nel novembre 2019, ai tempi della prima donna alla direzione del giornale Susan Goldberg.

Tra i ritratti spiccano quello della conduttrice americana Oprah Winfrey, il Primo Ministro neozelandese Jacinda Ardern, la campionessa Beatrice Vio e la Senatrice a vita Liliana Segre.

Quando visitare “Women. Un mondo in cambiamento”? La mostra è aperta dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 19.00 con ultimo accesso alle ore 18.

Il tempo massimo consentito di visita, comprensivo dello sbigliettamento, è di 60 minuti per poter garantire un afflusso costante e ordinato di pubblico, mantenendo le distanze di sicurezza e le capienze corrette.

 

“Women. Un mondo in cambiamento” – Chiesa Santa Maria della Vita

Via Clavature, 8/10 – Bologna

Tel. +39 051 1993 6343

Author

Valeria Scotti

Valeria Scotti

Giornalista, dal 2006 collaboro con i principali network di informazione in Italia. Negli ultimi anni ho approfondito la comunicazione legata al settore Food.

Related