L’Antica Pizzeria Da Michele ha conquistato Bologna

L’Antica Pizzeria Da Michele ha conquistato Bologna

Ve ne sarete già accorti.
Da Napoli, L’Antica Pizzeria da Michele in the World è arrivata anche a Bologna dopo le aperture italiane di Roma, Milano, Firenze e Verona e quelle internazionali in Giappone, a Londra, a Barcellona, a Los Angeles e a Dubai.

Un tuffo nella tradizione partenopea.
Una certezza.

L’antica Pizzeria da Michele è dal lontano 1870 il punto di riferimento per chi ama la buona pizza. Alla base di tutto, la semplicità e l’amore per la tradizione che portano i turisti di tutto il mondo, una volta giunti a Napoli, a dirigersi in via Sersale e ad affrontare lunghe file per accomodarsi.

Una storia antica che parla di passione. La Famiglia Condurro, d’altronde, si pone un grande obiettivo: trasmettere a tutti gli appassionati il gusto ineguagliabile della pizza “così come deve essere”. Da qui, la decisione di esportare la genuinità dei loro prodotti.

Nel 2012, la nascita del progetto Da Michele in the World con il brand che rimane fedele ai suoi ideali, riuscendo a mantenere intatta la propria carta d’identità senza cedere alle tendenze più recenti. Ma la chiave interpretativa è customizzata per le esigenze territoriali e culturali del luogo ove si trova. A tal proposito, è fondamentale la selezione dei partner con i quali Michele in the World condivide un percorso di costruzione e un rapporto di profonda stima.

Ma approdiamo a Bologna.
Sotto le Due Torri, giorni da ‘tutto esaurito’. E la generosità dei bolognesi ha ripagato gli sforzi, superando ogni aspettativa.

Lunghe code dal lunedì alla domenica per assaggiare una pizza caratterizzata dall’impasto sottile, dai bordi che fuoriescono dal piatto e dal mix di sapori autentici.

All’ingresso – 90 coperti che arriveranno probabilmente a 130 in primavera – il volto radioso di Julia Roberts sul set del film “Mangia Prega Ama” e un’enorme friggitrice di rame che non lascia spazio ad alcun dubbio: qui è possibile ordinare la vera pizza fritta (disponibile anche nella versione “Ripieno al forno”) con gli ingredienti classici, ovvero cicoli e/o salame di Napoli, fior di latte di Agerola, ricotta di pecora, pecorino DOP, pepe e olio.
Un gradito invito ci ha permesso di immergerci nel mondo della pizza, quella che ti colpisce per il sapore e che ti rimane nel cuore, con Daniela Condurro, AD de L’Antica Pizzeria da Michele in the World insieme ad Alessandro Condurro, quest’ultimo a New York per ritirare un premio all’imprenditoria nell’ambito delle celebrazioni per la nascita del mito dell’Opera lirica, Maria Callas.

Tanti i progetti in atto, come i corsi professionali con stage per i pizzaioli del futuro. E tra un assaggio e un altro, l’anteprima annunciata da Daniela Campogrande Scognamillo di Campogrande Concept: a partire dalla primavera 2020, una serie di eventi racconteranno Napoli tra musica e recitazione insieme a una pizza firmata ovviamente Da Michele.

Il menù.
Bologna come Napoli. Anzi, di più.
Rispetto alla sede storica ove la proposta è composta unicamente da due pizze, la Margherita e la Marinara, a Bologna si aggiungono la Cosacca (pomodoro, pecorino dop, basilico, olio), la Napoletana (pomodoro, fior di latte di Agerola, basilico, alici di Cetara, capperi, olio, origano) e la Pizza Fritta e il Ripieno al Forno già citate.
E poi c’è il fine pasto.
I dolci tipici napoletani, i nodini fritti alla nutella e al pistacchio e i Buccaccielli di Casa Infante.
Pane cafone & Cioccolato, Zuppone, Tirababà e non solo.
Da mangiare rigorosamente a generose cucchiaiate.

L’Antica Pizzeria Da Michele

Piazza S. Martino, 3/B, Bologna

Tel. +39 051.0400752

Author

Valeria Scotti

Valeria Scotti

Giornalista, dal 2006 ho collaborato con i principali network di informazione in Italia. Mi occupo inoltre di revisione di testi ed organizzazione di eventi. Negli ultimi anni ho approfondito la comunicazione legata al settore Food.

Related