Abbiamo incontrato Isabel ed è stato amore a prima vista

Abbiamo incontrato Isabel ed è stato amore a prima vista

Quando è una birra a farti battere il cuore e non sogni altro che conquistarla.

Dove eravamo rimasti? Ai #pescidiversi scoperti durante una cena invernale alla Trattoria Pane e Panelle. Isabel Muratori, la titolare, ci aveva raccontato in quell’occasione l’esigenza di “dare vita a una nuova linea ristorativa che potesse attirare anche i giovani”. Una rivoluzione attuata grazie all’arrivo dell’esuberante chef Luca Giovanni Pappalardo, al suo punto di vista differente, alle sue ricette talvolta coraggiose.

E oggi? Il locale ha deciso di sfatare il tabù dell’abbinamento fra piatti di pesce e birra. La birra, infatti, grazie alla estesa gamma di sfumature sensoriali, è in grado di equilibrare le molteplici sfaccettature gustative che si possono ritrovare nelle preparazioni di pesce, sia crudo che cotto. Per non parlare del suo anno record – è notizia di questi giorni – sia per produzione che per export. Anche i consumi pro capite di birra, d’altronde, sono fonte di soddisfazione per i produttori: ben 31,8 litri, ovvero un aumento di 0,4 litri rispetto allo scorso anno.

Da questa voglia di sperimentare è nata Isabel, la birra creata in collaborazione con il birrificio artigianale bolognese Birra Cerqua e distribuita in esclusiva da Pane e Panelle, ideata per abbinarsi ai piatti di pesce.

Tecniche di seduzione: è accaduto tutto in una sera

Una splendida serata nel cortile interno della trattoria ha fatto da sfondo alla presentazione di Isabl con tanto di Nicareddi, piccoli assaggi sfiziosi di pesce freschissimo preparati dallo chef Pappalardo, e che sono la nuova gustosa offerta dell’aperitivo al locale in programma dal martedì al giovedì dalle 19.00. Ad allietare la festa, i ritmi swing e bossanova di Andrea Calì 4tet.

Cosa abbiamo scoperto, dunque? Che Isabel è una birra chiara ad alta fermentazione, profumata e beverina, con un’amaricatura erbacea delicata, intense note agrumate date dal Summit, luppolo dal carattere molto citrico, e il “tocco marino” del Sale di Cervia. Il suo nome omaggia appunto la titolare di Pane e Panelle, mentre l’etichetta è frutto dell’illustratrice Marta Iorio.

Il piacere è tutto nostro, Isabel. Alla prossima.
Anche perché ci hai ricordato che nella vita non si deve mai smettere di studiare, di divertirsi, di sperimentare e di mettersi in gioco.

Trattoria Pane e Panelle

Via San Vitale 71, Bologna

Tel. +39 051.270440

Author

Valeria Scotti

Valeria Scotti

Giornalista, Web Content Editor, Copywriter. Dal 2006 ad oggi ho collaborato con i principali network di informazione in Italia. Negli ultimi anni ho approfondito la comunicazione legata al settore Food & Beverage.

Related