Flower Burger a Bologna: “Vi regaleremo un momento di piacere”

Flower Burger a Bologna: “Vi regaleremo un momento di piacere”

“Bologna è sempre stata una città in cui avremmo voluto aprire uno store: una città dinamica, universitaria e alternativa. Faremo di tutto per farci amare dai bolognesi”. È soddisfatto Matteo Toto, founder di Flower Burger. L’annuncio dell’arrivo dell’hamburgeria vegana sotto le Due Torri, realtà in cui non manca certamente varietà nell’offerta del cibo, è stato accolto con estrema curiosità ed enorme entusiasmo. Grande, infatti, l’attesa per giovedì 20 giugno quando, a partire dalle 19, si apriranno le porte del locale in Via Riva di Reno, 118/P: mini burger per tutti e la presenza di Marco Bianchi.

Ma come è nato Flower Burger e a che punto è la sua espansione? Risale al 2015 l’apertura del primo store a Milano. “Abbiamo voluto sfidare lo scetticismo verso la cucina vegetale e abbiamo ideato un concept di ristorazione vegan che potesse far sbocciare l’amore tra i vegani e i carnivori”, ci ha spiegato Matteo. “La clientela ha apprezzato i nostri burger, il pane e le salse sono prodotte internamente da noi. Dopo 4 anni, con l’apertura a Bologna, Flower Burger raggiunge la quota di 10 negozi in Italia, uno in Olanda e a distanza di 5 giorni da Bologna apriremo anche a Marsiglia”.

Cereali, verdure, legumi e colori per un’esperienza culinaria divertente e sana che parla di emozioni e creatività. I social, Instagram su tutti, mostrano questo successo. Lecito chiedersi quali siano i Burger che hanno più appeal come sapore e non solo. “Sicuramente il Cherry Bomb burger è il più “instagrammato”, grazie al suo colore rosa ottenuto dall’estratto di ciliegia. Per i meat lover il Flower Burger, il nostro signature dish, ha riscosso un grandissimo successo grazie all’unione vincente del patty di fagioli red kidney e seitan e la salsa Magik che come dice la parola stessa, sorprende anche i più diffidenti”.

Il colore è parte fondamentale anche del locale. Insomma, impossibile non essere spensierati e di ottimo umore una volta entrati. Ma quali sono le caratteristiche che permetteranno a Flower Burger di conquistare una realtà come Bologna? Matteo non ha dubbi: “Vogliamo regalare ai bolognesi un momento di piacere attraverso un’esperienza sensoriale che connette con la natura e le sue creazioni attraverso i nostri burger, una location divertente e il mood positivo, easy e friendly del Flower Team”.

Author

Valeria Scotti

Valeria Scotti

Giornalista, Web Content Editor. Dal 2006 ad oggi ho collaborato con i principali network di informazione in Italia. Negli ultimi anni ho approfondito la comunicazione legata al settore Food & Beverage.

Related