Liccu: la Sicilia e la sua cucina sono tornate a Bologna

Liccu: la Sicilia e la sua cucina sono tornate a Bologna

Come faremo senza Liccu Golosità Siciliane, ci chiedevamo lo scorso dicembre.
Serrande abbassate in via S. Gervasio, a pochi passi dal Mercato delle Erbe, e un arrivederci sentimentale.
Poi finalmente, FINALMENTE, la magia.

Come quando il mago di turno vi mostra il foglio di un giornale per poi strapparlo e, pochi secondi dopo, farlo riapparire tra le sue mani nuovamente integro.

È andata proprio così. Da pochissimi giorni, Liccu è tornato. Con una location più grande in via Camillo Ranzani 13.
A crescere, anche l’entusiasmo di Maurizio Distefano insieme all’energia, la positività e l’accoglienza.

Maurizio, ricorderete, ha cambiato vita. Non una volta sola, a conti fatti.

Ecco allora un nuovo menu, una nuova carta dei vini e un nuovo cuoco, lo Chef Giuseppe Fragalà dell’Accademia nazionale italiana cuochi, insieme al cuoco Lorenzo Cesari, bolognese, prestato alla cucina siciliana.
Fragalà, chef a domicilio, è da poco meno di due mesi a Bologna. La famiglia, dalla Sicilia, lo sostiene. Un’avventura nell’avventura, e un legame solido con Maurizio che lo ha fortemente voluto nella cucina di Liccu.

Come sono trascorsi questi mesi particolari prima della riapertura, ce lo ha raccontato proprio Maurizio.
“Sono stato giù in Sicilia forzatamente per il lockdown, avrei dovuto aprire nel mese di marzo”. Ma sappiamo tutti come è andata.

Fino al 18 giugno, giorno della ripartenza. Grande l’accoglienza da parte di bolognesi e non solo. “È come se avessi chiuso ieri l’altra sede, e riaperto subito la nuova”.

Tanti i volti di Liccu da scoprire: a colazione, in pausa pranzo, durante l’happy hour e a cena.
Piatti della tradizione sicula dai sapori autentici insieme a insalate, burger, proposte vegane e vegetariane.
Materie prime eccellenti, tutte provenienti dalla Sicilia, a esclusione delle verdure. Ampia la carta di bollicine, vini bianchi, vini rossi, rosati e dolci.

Tra gli antipasti spiccano la Mille Foglie di Melanzane e il Dittico siciliano di Caponata e Parmigiana. Capitolo Primi: Spaghetti alla Palermitana con sarde fresche, alici sotto’olio, finocchietto selvatico, zafferano e pangrattato; Rigatoni al ragù di pesce e finocchietto selvatico; Rigatoni alla Norma; Lasagna Bianca; Penne con Zucchine fritte; Spaghetti allo Scoglio; Cous Cous con pesto verde.

Tra i secondi, le Sarde A’ Beccaficu alla Catanese, la Tagliata di Tonno rosso su cipollla Caramellata e il Filetto di Maialino dei Nebrodi con granella di pistacchio (cotto a bassa temperatura, sottovuoto, speziato).

A trionfare tra i contorni, la vera Caponata alla catanese (sedano, carota e cipolla, peperoni, melanzane, olive bianche capperi, pinoli, uvetta). E poi ci sono i Burger di suino, di manzo, quello vegano di ceci, insieme a una serie di ricche insalate: da quella Eoliana all’Insalata della Nonna Catanese, passando per la versione Pantelleria.
C’è anche quella omonima, Liccu, che merita di veder citati i suoi numerosi ingredienti: spaghetti di zucchine, pomodorini, pesce spada affumicato, zeste di limone, lingue di pane aromatizato all’origano dell’Etna e peperoncino, basilico, olio evo, sale, pepe nero.

Prelibatezze sicule che Maurizio consiglia di assaggiare assolutamente? “Pasta alla Palermitana, la Tagliata di tonno e la Caponata, meravigliosa”.
Intanto non ci siamo tirati indietro di fronte a un omaggio dello chef Fragalà: pane con semola di Tumminia, olio EVO biologico e sale marino integrale di Trapani. Una coccola che nasconde del profondo sentimento.

L’estate è arrivata a chiare lettere.
Insieme a lei, Liccu affronterà due mesi di lavoro e di rodaggio intervallati da qualche giorno di pausa ad agosto. E poi si ricomincerà a pieno ritmo a settembre.
Intanto, questi gli orari attuali: lunedì 10-15, da martedì a venerdì 10-15 e 19-23, sabato 10-15 e 19-23, domenica chiuso.

Ma la colazione, si sa, è un nostro punto debole. E alla granita non abbiamo potuto dire di no.
Quella alla mandorla, la granita ai gelsi neri e la granita al pistacchio. Rigorosamente tutte accompagnate da brioche con tuppo.

Performance magica perfettamente riuscita.

E i cannoli, le cassate?
Altri BUONI motivi che ci riporteranno da Liccu presto, molto presto.


Liccu Golosità Siciliane

Via Camillo Ranzani 13, Bologna

Tel. +39 392 420 7280

Author

Valeria Scotti

Valeria Scotti

Giornalista, dal 2006 collaboro con i principali network di informazione in Italia. Negli ultimi anni ho approfondito la comunicazione legata al settore Food.

Related