Ristoranti aperti a Bologna: sei proposte per ricominciare

Ristoranti aperti a Bologna: sei proposte per ricominciare

Mesi difficili, sì. Riorganizzazione della vita, stop forzati, nuove abitudini ed iniziative da raccontare.
Poi, finalmente, la ripartenza anche a Bologna. A piccoli passi, timida. Ma comunque incoraggiante e con tutto l’entusiasmo possibile per tornare a sedersi ai tavoli di un locale.

La grande cucina del Ristorante Al Pappagallo riapre al pubblico il 21 maggio. Grande l’impegno e la cura dei titolari Michele Pettinicchio ed Elisabetta Valenti per dare vita, all’interno del perimetro di sicurezza imposto dalla situazione contingente, a nuove formule.
Due anime per la nuova stagione del Pappagallo grazie anche alla ristrutturazione, avvenuta nei primi mesi dell’anno, sia dei locali di accoglienza che dell’antico spazio della Torre degli Alberici.
Due anime, dicevamo: quella consolidata nelle eleganti sale rinnovate, e una ancora più autentica, con le caratteristiche di una antica “Bottega con Cucina”, nella suggestiva sala della Torre, ricollegata al Ristorante, con un restauro conservativo, rispettoso della struttura e della sua anima commerciale.
La Torre propone un servizio più smart, orari di apertura allargati per l’asporto delle prelibatezze del Ristorante con la possibilità, su prenotazione, di potere vivere l’esperienza di una degustazione esclusiva in una atmosfera unica e irripetibile.
Il Menù della Torre, da consumare nel tavolo riservato, prevede oltre alla selezione di salumi eccellenti, proposte che variano in base al mercato e alla stagione. Infine, per il tipico pranzo della domenica in Torre, la proposta di una consumazione veloce di qualità nelle vesti di “brunch”.

Novità importanti per la riapertura di Ca’ Shin. Da sabato 23 maggio, il luogo che da sempre ha contraddistinto l’estate bolognese è pronto ad accogliere gli ospiti in assoluta sicurezza. Lo spazio dedicato al ristorante è stato diviso in tre zone: la veranda, l’orto teatro ed il forno.
Il menù, come sempre curato dallo chef Ivan Poletti, si basa sui piatti della tradizione bolognese. Menù digitale consultabile attraverso il QR CODE, ma soprattutto l’apertura di una nuova area tutta all’aperto, La Casetta, powered by Bucolica, perché #noisiamodentroungiardino.
In questo spazio attrezzato si può assaporare uno speciale menù dedicato da consumare al tavolo o da portare via. In abbinamento, favolosi drink, frozen, pestati alcolici e analcolici, centrifugati a km 0 in pieno stile Ca’ Shin, a cura dal noto bartender bolognese Denis Poli, oltre ovviamente a una variegata carta dei vini. Prenotazione obbligatoria. Per info 051.589419.

Fuochi accesi dal 21 maggio per l’Opificio Senzanome – Hostaria Bolognese. Si riparte alla grande dal martedì a giovedì a cena, venerdì, sabato e domenica anche a pranzo. Nuove proposte nel menù: gateau di patate, carbonara, sartù di riso, polpette di bollito con senape e altre sorprese.
E poi un nuovo arrivo, ovvero un giovane sous chef da Roma, direttamente dalla cucina di Luciano Monosilio.
Ampio dehors esterno in totale sicurezza – “Abbiamo deciso di andare oltre il metro imposto tra i tavoli”- sulla via con il portico più stretto di Bologna. A tal proposito, ricordate la nostra esperienza all’Opificio?
Per info e prenotazioni: 051.3177845, 334.9563609, 335.6338968 WhatsApp, opificiosenzanome@gmail.com

Situato all’interno del complesso del Golf Club Casalunga, a Castenaso, ViVo Vincenzo Vottero Taste Lab riapre le sue porte dal 22 maggio. Ambienti dal gusto country-chic tra pietre a vista, legno naturale e grandi finestre spalancate come immensi quadri sulla natura. La proposta dello Chef Vottero, Presidente Ristoratori Confcommercio-Ascom Bologna, è tradizionale, in versione “quasi” classica, con accenti creativi e grandi sorprese.
“Abbiamo lavorato tantissimo: smontato, pulito, sanificato, sistemato centimetro per centimetro cucina e sala”, racconta lo staff sui social. “Non ci siamo lasciati sfuggire alcun dettaglio e ora siamo pronti a riaccogliervi, nel grande giardino spazioso e arioso, immerso nel verde”.
Gli orari: dal martedì al sabato 12.30/14.30 – 19.30/23. Domenica 12.30/14.30. Lunedì chiuso. Info e prenotazioni: 389.4971719 – 051.788664
Dal 18 maggio la Trattoria Pane e Panelle in via San Vitale 71 ha riaperto il suo grandissimo giardino, autentica oasi di pace e di relax. Giardino da noi conosciuto due estati fa in occasione della presentazione della birra Isabel.
La Trattoria, un pezzo di Sicilia nel cuore di Bologna, è aperta sia a pranzo che a cena. Non mancherà a breve anche una proposta a sorpresa per l’aperitivo.
Una #trattoriadiversa che si discosta dalla tradizione bolognese per abbracciarne una più ampia di matrice mediterranea.
Lo spirito innovativo e rivoluzionario è sempre quello dello Chef Luca Giovanni Pappalardo: cura e creatività in ogni piatto oltre al profondo rispetto per le materie prime di altissima qualità.
Un grande bentornato anche alla cucina marchigiana di Afrodita Chef. Tavoli ridotti in via Rialto per accogliere i clienti in sicurezza e con il sorriso di Sabina di sempre.
Disponibile ogni settimana un menú diverso, anche d’asporto e a domicilio. Per essere sempre aggiornati: 051.232423.
E c’è una novità in collaborazione con Delicious Bologna: il Picnic di Afrodita. Basta prenotare il proprio cestino con quattro stuzzicanti mini portate per godersi un delizioso picnic all’aria aperta e concedersi qualche ora di gustoso relax. Info e prenotazioni a questo link.

Author

Valeria Scotti

Valeria Scotti

Giornalista, dal 2006 collaboro con i principali network di informazione in Italia. Negli ultimi anni ho approfondito la comunicazione legata al settore Food.

Related